fbpx
Come possiamo usare l’aceto balsamico in cucina?

Non si tratta solamente di insalate, anche se certamente sono le prime pietanze che ci vengono in mente se pensiamo all’aceto balsamico. La verità è che abbiamo a che fare con un condimento estremamente versatile, che si presta perfettamente a numerose combinazioni, diventando il tocco magico di tantissimi piatti della cucina italiana e non solo.

Lo possiamo usare praticamente su tutto e oggi abbiamo deciso di darvi alcune nuove idee, spunti e consigli per iniziare a creare nuovi e gustosi abbinamenti, proprio grazie all’aceto balsamico. Alcuni, a primo impatto, potranno sembrare insoliti e impossibili. Tuttavia, una volta provati, cambierete idea!

Gli abbinamenti da provare…

Iniziamo dai più “ovvi” e quindi da una delle combinazioni più semplici: quella con la carne. Usate l’aceto balsamico a crudo e perciò aggiungetelo solo dopo la cottura. Si tratta di un condimento che si adatta in particolare alla carne rossa e che si rivela perfetto sul vitello arrosto, sulla grigliata mista e con la carne di maiale. Quest’ultima può essere insaporita con una marinatura a base di vino, olio, foglie di timo e aceto balsamico.

Anche il pesce è un compagno perfetto per il nostro condimento: grazie ad esso, l’orata, il salmone, il branzino, il pesce spada e persino la zuppa possono diventare molto più buoni! È perfetto persino sulle crudità e soprattutto su scampi e gamberi. La soluzione migliore è usarlo quando la carne o il pesce sono stati cotti in modo molto semplice, ovvero senza usare salse o sughi vari: questo è il metodo migliore per gioire appieno delle mille sfaccettature di gusto offerte dell’aceto balsamico.

E con il Parmigiano Reggiano? Una favola! Il balsamico invecchiato può essere versato lievemente sul parmigiano stagionato di almeno 30 mesi e, in pochi secondi, si crea una magnifica esperienza organolettica da portare in tavola!

In generale, per ogni combinazione che porterete in tavola, considerate non esiste una dose precisa di aceto balsamico che potete usare: seguite il vostro gusto ma senza esagerare o, altrimenti, rischierete di coprire completamente il sapore dell’alimento principale che, in realtà, dovreste semplicemente esaltare!

Verdure, frutta e non solo

L’aceto balsamico è perfetto persino sulle verdure e non solo sull’insalata di stagione: è ottimo per valorizzare il sapore degli ortaggi grigliati e si sposa perfettamente con le cipolle rosse, ma anche con i pomodori, in particolare per quanto riguarda il condimento dell’insalata caprese. E che dire di dolci e frutta? Non tutti ne sono convinti, ma possiamo dare una sferzata di balsamico anche alle fragole, ai frutti di bosco, al gelato e alla panna cotta… Diventeranno irresistibili!

Date il via libera alla creatività insomma, ricordandovi però che con le verdure crude è meglio un aceto balsamico non troppo invecchiato. Con i dessert e la frutta non ci sono limiti e su tutto ciò che è cotto, l’ideale è contare su un prodotto meno giovane e quindi più corposo. Infine, non dimenticate di non usarne troppo: per elevare le caratteristiche organolettiche di un alimento, due o tre cucchiaini di aceto balsamico a persona possono bastare!

Your email address will not be published. Required fields are marked *