fbpx
Prepariamo la caponata all’aceto balsamico!

È arrivato il momento di preparare la caponata all’aceto balsamico: potrà stupirvi e conquistare ogni vostro ospite, nonché contribuire ad elevare il vostro senso di sazietà.

Se conoscete la caponata, saprete che si presenta come un piatto tipico della cucina siciliana, che propone una selezione di verdure fritte, accompagnata da un saporito sugo di pomodoro e da altri ingredienti come cipolla, sedano, capperi, salsa agrodolce e olive. Se l’avete già assaporata, saprete che si tratta di una pietanza a dir poco sensazionale che, in base alla grandezza delle porzioni, può essere servita come antipasto, contorno, secondo piatto o piatto unico.

Ovviamente, come moltissime ricette tipiche italiane, ne esistono diverse varianti e una delle più buone è decisamente quella della caponata all’aceto balsamico: scegliendo l’aceto giusto, potrete ottenere un risultato ancor più eccezionale. Proprio per questo motivo, vi consigliamo di prediligere uno dei nostri prodotti, di cui possiamo garantire per la qualità, l’egregio sapore, la consistenza e le tante altre proprietà organolettiche da non sottovalutare!

Ingredienti e modalità di preparazione della caponata all’aceto balsamico

Oggi ci cimentiamo nella preparazione di questa ricetta, che vede come protagonisti una serie di ortaggi. La ricetta originale è diffusa in tutta l’area mediterraneo, dove ad oggi viene portata in tavola prevalentemente come antipasto o contorno, mentre nel lontano XVIII secolo, si assaporava come piatto unico insieme a un po’ di pane.

È interessante sapere che il termine “caponata” viene usato inoltre per denominare la lampuga. Quest’ultimo è un pesce molto pregiato e gustoso, che in passato veniva condito proprio con la salsa agrodolce. Ai tempi, quel pesce era troppo costoso e le popolazioni di allora decisero di usare quella salsa per condire gli ortaggi fritti e, principalmente, le melanzane.

Dopo questa premessa, torniamo ad oggi e alla preparazione della nostra caponata all’aceto balsamico che, per l’appunto, richiederà l’utilizzo di ortaggi freschi e di qualità.

caponata all'aceto balsamicoIngredienti per 6 persone

  • 2 melanzane
  • 2 patate
  • 2 coste di sedano
  • 2 carote
  • 200 gr. di fagiolini
  • 1 cipolla
  • 1 peperone rosso o giallo
  • Qualche foglia di basilico fresco
  • Olio extravergine di oliva
  • 4 cucchiai da tavola di zucchero semolato
  • 4 cucchiai di aceto balsamico
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione

Lavate, asciugate e tagliate gli ortaggi a tocchetti né troppo grandi, né troppo piccoli, tenendoli tutti separati. Mettete l’olio extravergine d’oliva in una padella e friggete i tocchetti: prima le patate, poi le carote, i fagiolini, il sedano, le melanzane (alle quali avrete lasciato la buccia) e, infine, i peperoni e le cipolle. Man mano che friggete, togliete gli ortaggi dall’olio extravergine d’oliva e metteteli tutti insieme, cercando di asciugarli con la carta assorbente. Quando avrete fritto tutto, vi accorgerete che l’olio usato per la frittura sarà ancora quasi trasparente. Infatti, le verdure non infarinate dovrebbero sempre restare croccanti e tutte con i loro colori ben evidenziati. Mettete sul fuoco una padella che possa contenere tutto il vostro fritto e portate a bollore l’aceto balsamico insieme allo zucchero.

Fate bollire per almeno 4 minuti, poi unite con delicatezza tutte le verdure fritte in precedenza. Rimescolate molto lentamente, con un cucchiaio di legno, per 2 minuti, poi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare le verdure nel tegame, dopo aver aggiunto un cucchiaino di sale. A quel punto, la vostra caponata all’aceto balsamico sarà pronta, ma sarà certamente più buona se servita (a temperatura ambiente) il giorno dopo, accompagnata da qualche foglia di basilico.

La consigliamo come accompagnamento a ogni tipo di lesso, a un formaggio morbido e a un croccante crostino rustico!

Your email address will not be published. Required fields are marked *